Sistemi lotto: breve introduzione

Uno dei metodi più apprezzati dai giocatori del lotto è l’utilizzo di matrici per lo sviluppo di sistemi (che siano questi ortogonali, condizionati, ridotti, ecc…)

Partiamo dal principio: cosa sono i sistemi?

Un insieme di combinazioni numeriche, legate tra loro da un determinato criterio (che sia logico, matematico o altro) è detto sistema.
Le combinazioni numeriche sono caratterizzate dall’essere formate dagli stessi numeri, in abbinamenti diversi, rispettando sempre la condizioni iniziali di partenza.
Una condizione di partenza potrebbe essere: presi i numeretti, si utilizzano solo i numeri dispari combinati con i numeri pari dell’ultima decina, quindi da 80 – 90.

Un sistema può rispondere ad un criterio:

  • omogeneo: 50 ambi o 10 quartine
  • misto: 5 sestine e 10 terni

Un sistema permette di giocare più di 10 numeri utilizzando più schedine di gioco. Con un sistema quindi si possono mettere in gioco i numeri pronosticati in combinazioni tali da permettere, al verificarsi dell’evento minimo, una vincita.
Con un sistema si possono giocare tutte le combinazioni possibili con i numeri definiti o si possono escludere quelle combinazioni che, arbitrariamente o statisticamente, hanno meno probabilità di sortita.

Un sistema per vincere

BlackBoard

La garanzia con cui un sistema viene studiato e poi diffuso va presa con un certo distacco; questo perchè un sistema e vincolato principalmente a tre fattori:

  • ampiezza del sistema (inteso come quantità di numeri in gioco)
  • estrazione del lotto (quali numeri vengono estratti)
  • esattezza del pronostico

Se il sistema è composto da 5 numeri, avrò meno probabilità di fare una vincita rispetto ad un sistema composto da 20 numeri.
Se il sistema è composto da 20 numeri ma di questi 20 non ne venisse estratto nemmeno uno non vincerò.
Se il pronostico è sbagliato non vincerò.
La garanzia di vincita è vincolata anche al tipo di sistema utilizzato: un sistema ridotto ha meno probabilità di vincita di un sistema ortogonale.

Quale sistema scegliere per la propria giocata?

Non è sempre facile scegliere tra i vari tipi di sistemi in quanto l’utilizzo di un sistema rispetto ad un altro dipende molto dalle condizioni che vogliamo dare al sistema stesso ed ai criteri scelti, nonché dalle aspettative di vincita e sulla fiducia rispetto al pronostico.

Ora ho un’idea di cosa sia un sistema…ma quali sistemi esistono?

Hai perfettamente ragione, avere un’idea di cosa sia un sistema non ti fornisce nessun valido aiuto.

E’ per questo che continuando a leggere potrai farti un’idea dei sistemi maggiormente conosciuti.

Sistemi Condizionati

BlackBoard2

Un sistema condizionato impone al sistema stesso l’eliminazione di tutte quelle combinazioni che, sulla base del nostro pronostico, risultano le meno probabili.
Ipotizziamo di voler sviluppare un sistema in terni utilizzando i 10 numeri più ritardatari presi dal tabellone analitico. In questo caso il nostro sistema conterebbe 120 terni (che sono i terni ottenibili con 10 numeri).
Volessimo ridurre il numero di terni potremmo condizionare il nostro sistema dicendo che, dei 10 numeri ritardatari, non verranno presi in considerazione quelli di cadenza 5; ipotizzando che questi siano solo due, il nostro sistema si ridurrebbe a 56 terni (con 8 numeri so ottengono 56 terni).
Le condizioni di un sistema possono essere multiple:

  • non utilizzare i numeri n cadenza 5
  • escludere i numeri gemelli
  • ecc..

Sistemi ridotti

Un sistema ridotto riduce le combinazioni scegliendo quelle che, secondo chi sta mettendo in gioco il sistema, garantiscano una vincita minima ad un livello inferiore.
Ipotizziamo di voler giocare 15 numeri in un sistema in terni: ossia 455 terni.
In un sistema ortogonale, giocando 15 numeri, è garantito il terno all’uscita di tre numeri dei nostri 15 messi in gioco.
Per giocare un sistema ortogonale di questo tipo si deve però anche fare i conti con il proprio budget.
Utilizzando un sistema ridotto invece, viene cambiata la condizione di vincita: ambo garantito con l’estrazione di 3 numeri dei nostri 15. Questo è possibile riducendo le combinazioni possibili con i 15 numeri in modo tale che almeno tutti gli ambi possibili siano presenti nelle nostre giocate.

Sistemi ortogonali

Poiché sulle schedine del lotto non si possono mettere in gioco più di 10 numeri, con i sistemi ortogonali si elimina questa limitazione.
Un sistema ortogonale permette di mettere in gioco tutte le combinazioni possibili con i numeri scelti senza nessuna ripetizione.
Ipotizzando di voler porre in gioco i nostri 15 numeri per la sorte di terno, avremo 455 terni possibili ed il sistema ortogonale permetterà di metterli tutti quanti in gioco.
Il sistema ortogonale è l’unico sistema che garantisca l’ambo con estrazione di due numeri, il terno con l’estrazione di tre numeri , ecc…

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *