Sistemi e metodi per vincere al lotto: tabellone analitico

Eccoci qua a parlare di un semplice sistema per giocare al lotto che non richiede calcoli infiniti, analisi statistiche dettagliate o confronti di alcun tipo.

Quello che serve per tentare di vincere con questo sistema sono un po’ di pazienza nel leggere dei numeri e la solita consapevolezza che il lotto è un gioco aleatorio.

Questo metodo per vincere al lotto basa le sue analisi sulla lettura del tabellone analitico.

Immagino che molti lo conoscano ma è comunque doverosa una premessa per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta a questo strumento o che magari lo conoscono ma non sanno bene come leggerlo.

Cos’è il Tabellone Analitico?

Il Tabellone analitico è una tabella che traccia le estrazioni dei numeri, ruota per ruota, restituendo due informazioni fondamentali: l’ultima posizione in cui un numero è stato estratto (inteso come: 1° estratto, 2° estratto, etc…) e il suo ritardo. Qui sotto un dettaglio di un tabellone analitico per una spiegazione più efficace:

Tabellone analitico spiegazione

Nella colonna blu di sinistra abbiamo il ritardo: quindi il numero 37 non viene estratto sulla ruota di Napoli da 138 estrazioni mentre il numero 1 non viene estratto da 103 estrazioni. Il numero 37 l’ultima volta è stato estratto in prima posizione mentre il numero 1 in seconda posizione.

Per chi non conoscesse questo strumento una domanda potrebbe essere: perchè nella colonna dei ritardi non ci sono tutti i numeri?

Ottima domanda!

Risposta: Il Tabellone Analitico offre informazioni sintetiche e pertanto sarebbe poco utile avere il ritardo 104 o il ritardo 125 poiché non avendo numeri con quel ritardo dovremmo scorrere delle righe vuote per trovare le informazioni.

Come scegliamo in numeri da giocare con il Tabellone Analitico?

Il Tabellone Analitico ci da un metodo abbastanza chiaro su quali numeri giocare.

Prima di tutto escludiamo i numeri appena estratti (quelli con un ritardo minore o uguale a 18):

Tabellone analitico: Ritardo naturale

Questo perchè la quantità di numeri in questa fascia del tabellone è troppo alta da poter essere presa in considerazione.

I numeri compresi nei ritardi tra 18 e 38 iniziano ad assottigliarsi ma, non è ancora il momento di identificare i numeri da porre in gioco:

Dal ritardo 36 al 54 cominciamo ad avere una popolazione numerica bassa al punto che possiamo iniziare a prendere in considerazione qualche ruota per identificare la nostra giocata. L’esempio che proporrò, che andrà poi adattato a seconda delle situazioni, prenderà in considerazione le prime tre ruote:

Su Bari abbiamo 5 ritardatari (con due coppie sincrone), 28-63 e 4-73 e il solitario 86. Questa potrebbe essere una buona cinquina da mettere in gioco su Bari.

Le ruote di Cagliari e Firenze invece hanno ancora troppi numeri per poter prendere in considerazione una giocata (salvo nel caso in cui amiate giocare lunghette, sestine, novine, ecc…).

Quindi la nostra prima scelta è la ruota di Bari che presenta 5 numeri: questi numeri li giocheremo perchè arrivati ad un ritardo tale per cui è statisticamente ragionevole pensare che potrebbero essere estratti a breve.

Ma…cerchiamo di vincere davvero…

Come alcuni di voi sapranno il ritardo normale è quel ritardo medio/statistico dopo il quale è molto probabile che un numero diventi capolista. Il ritardo normale è stato calcolato in 78,72 estrazioni (per semplificare 79). Cosa significa in sintesi? In sintesi significa che a livello statistico, solo un numero supererà un ritardo di 79 estrazioni, mentre gli altri (sempre statisticamente) verranno estratti prima.

Forti di questo dato prendiamo in considerazione la parte finale del Tabellone Analitico, quindi dal ritardo 55 fino al massimo ritardo:

La fascia di convenienza dovrebbe essere quindi identificata nei ritardi compresi tra 65 e 85; questo suggerisce che i numeri compresi in questa fascia (su singola ruota) andrebbero presi seriamente in considerazione per essere giocati.

Quindi giocare su Bari l’ambo 32 – 33, su Cagliari giocare il terno 35 – 77 – 90…

E così via…ma attenzione! Vanno fatte delle scelte perchè non sarebbe ragionevole giocarli tutti (una giocata deve garantire in caso di vincita la copertura della puntata e una percentuale ragionevole di vincita, e/o comunque non deve essere una giocata da Kamikaze).

E qualcuno potrà chiedere: ma perchè dovremmo giocare questi numeri se il lotto è un gioco aleatorio?

Ottima domanda anche questa!

Risposta: I motivi sono semplicemente due:

  1. perché dal Tabellone Analitico possiamo già solo a colpo d’occhio capire che il ritardo naturale è una statistica abbastanza corretta; infatti dopo il ritardo 79, sono davvero pochi i numeri non ancora estratti e statisticamente dovranno uscire lasciando un solo numero in corsa per diventare centenario
  2. perché questo metodo, rispetto a molti altri, ha una parvenza di ragionevolezza e una statistica alla base (non è come quei sistemi che leggo a volte in rete del tipo: somma il numero 5 al primo estratto, poi dividi per 6 il secondo estratto, fai la somma del quinto estratto, ecc… sistemi come questo sono divertenti ma senza nessuna base statistica…)

Ora so leggere il Tabellone Analitico ma…

Perfetto, ora sappiamo leggere il tabellone analitico, abbiamo alcuni dati statistici e alcuni strumenti per utilizzarli…come devo giocare?

Semplice: basse puntate e senza troppe aspettative; non dimenticate mai che la statistica al lotto è applicabile ma il lotto rimane sempre un gioco aleatorio, quindi è improbabile…ma possibile!

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *