Sistemi Lotto: le frequenze minime ottime per le previsioni

Ciao a tutti da Lottosistemi.it

Oggi condividerò con te alcune considerazioni per capire se abbia effettivamente senso dire che, puntare sui numeri che hanno statisticamente una frequenza più bassa di estrazione, aumenti le probabilità di vincita rispetto ai numeri con una maggior frequenza di estrazione.

Se in questo preciso istante non hai una chiara visibilità dei numeri con una maggiore frequenza di estrazione, potresti dare uno sguardo alla tabella dei TOP 15 frequenti.

Partiamo dall’assunto base

Ora proverò a spiegarti la logica che si nasconde dietro l’assunto: “puntare sui numeri con una minor frequenza di estrazione aumenta la possibilità di vincere“. Nonostante sembri completamente privo di senso, poiché sembra un po’ come dire: “puntiamo sul cavallo brocco perchè ha sempre perso quindi oggi vincerà“, ti spiegherò perchè è invece ragionevole.

Dicevo che è ragionevole poiché è esattamente lo stesso assunto della Legge dei grandi numeri.

Potresti già aver dato uno sguardo al glossario del lotto dove parlo della legge dei grandi numeri ma, non è un problema se tu non lo avessi ancora fatto, perchè qui di seguito approfondiremo il tema.

Legge dei Grandi numeri?

La Legge dei Grandi Numeri ci dice che:” con un numero sufficientemente grande di prove (tendente all’infinito), ogni evento si manifesterà con una frequenza che approssima la probabilità teorica per quell’evento considerando una sola prova“.

Parole, parole, parole… ma per farla semplice?

Prendiamo il classico “Testa o Croce” del lancio della moneta: con un lancio della moneta abbiamo il 50% di probabilità che esca testa e il 50% di probabilità che esca croce; prendiamo questo esempio ed usiamolo per cercare di rendere semplice quello che dice la Legge dei Grandi Numeri: lanciando la moneta 1.000 volte, nel mondo matematico perfetto, dovrei ottenere 500 volte testa e 500 volte croce (quindi perfettamente allineato al 50% di probabilità di uscita ad ogni lancio). Nel nostro modo imperfetto invece, avremo probabilmente 420 volte testa e 580 volte croce; su 10.000 lanci della moneta avremo probabilmente 4.500 volte testa e 5.500 volte croce… questo significa che, nonostante il lancio della moneta sia un evento a se stante, non collegato con i lanci precedenti e successivi, abbiamo una percentuale di eventi testa pari al 45% e di eventi croce al 55%.
Questo dimostra come la Legge dei Grandi numeri abbia ragione: 45% e 55% sono entrambi molto vicini al 50% di probabilità del singolo lancio della moneta.

Testa, croce…ma per il lotto?

Applicata al lotto questa legge ci dice che, nonostante molte discontinuità, sul lungo periodo l’estrazione dei 90 numeri sulle ruote tenderà ad essere mediamente uguale.

Per darti un’idea, qui sotto vedrai quante volte sono stati estratti i 90 numeri dal 1939 ad oggi sulla ruota di Bari:

BARI
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15
360 344 368 373 367 327 319 356 355 358 351 355 353 358 382
16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
337 347 349 334 394 322 376 353 313 313 382 344 330 328 374
31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45
344 327 344 382 354 339 359 321 328 389 322 330 324 362 318
46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60
358 369 397 344 335 372 328 350 364 335 346 322 359 383 382
61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75
368 370 335 326 351 372 332 362 374 359 343 325 340 368 376
76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90
337 348 375 337 331 380 339 358 377 367 333 375 358 371 344
MIN 313
MAX 397
MEDIA 352
MODA 344
SOMMA 31640
EVENTI 6328

Guarda la differenza tra i meno frequenti (in questo caso sono due numeri), il 24 e il 25 estratti 313 volte ed il più frequente, il 48 estratto 397 volte.

Su ben 6238 estrazioni, dal 1939 ad oggi, tutti i numeri sono stati estratti con una frequenza che va dalle 300 alle 400 volte. La media di estrazione è di 352 volte e la moda è di 344 volte.

Seppur piccolo, graficamente è molto più di impatto:

Conclusioni

Tornando all’assunto: “puntare sui numeri con una minor frequenza di estrazione aumenta la possibilità di vincere” la risposta è si!

Se gli eventi tendono a replicare, sui grandi numeri, le probabilità del singolo evento, allora statisticamente quei numeri che sono stati estratti meno volte rispetto agli altri hanno una probabilità maggiore di essere estratti per tendere alla probabilità del singolo evento.

Se sei quindi d’accordo con me, sotto con le analisi sulle frequenze minime per trovare dei numeri interessanti da mettere in gioco alla prossima estrazione del lotto.

Potresti pensare di utilizzare un sistema lotto per mettere in gioco i tuoi numeri.

Alla prossima!

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *