La smorfia napoletana: il numero 17 – ’A disgrazia (La disgrazia)

17. La disgrazia

E dopo il numero 16 che nella smorfia napoletana rappresenta la fortuna (‘O culo), il numero 17 rappresenta esattamente l’opposto. Disgrazie, sfortuna, scalogna, iella, malasorte: tutto questo è abbinato al numero 17.

Così come per il numero 13, anche per il numero 17 esiste una vera e propria fobia a cui è stato dato un nome: l’eptacaidecafobia, ossia la paura del numero 17.

Non si sa bene da dove sia nata nella storia questa scarsa considerazione del numero 17 ma sappiamo che, per esempio, nella Grecia antica il numero 17 era aborrito dai seguaci di Pitagora in quanto era tra il 16 e il 18, perfetti nella loro rappresentazione di quadrilateri 4×4 e 3×6.
Nell’Antico Testamento è scritto che il diluvio universale cominciò il 17 del secondo mese (Genesi, 7-11).
Sulle tombe dei defunti dell’antica Roma era comune la scritta “VIXI” (“vissi”, che implicitamente al passato significa “ora non vivo più”) che anagrammato diventa XVII, ossia 17.

Va però detto che il venerdì 17 è una superstizione tipicamente italiana, non riscontrabile altrove anche se nel mondo esistono altre date ed altri giorni che, a seconda delle culture, hanno lo stesso significato e scatenano le stesse fobie del nostro 17.

Al numero 17 vengono comunemente associati anche altre immagini scaramantiche: il gatto nero, il corvo nero, il gabbiano ucciso, il sottoscala.

Sognare la sfortuna nelle sua forme più comuni significa un tormento interno o che potrebbe iniziare un periodo difficile.

Al numero 17 sono associate tutta una serie di azioni, cose, oggetti: sognare un accampamento o di accamparsi, accecare qualcuno, faticare per qualcosa, costruire qualcosa, stampare dei fogli o delle foto, tradire o essere traditi.
Questo numero ha anche dei personaggi ad esso abbinati: il traditore, l’acrobata ed il bersagliere.

Per quanto il 17 sia, nel nostro immaginario collettivo, un numero sfortunato, quale gesto potrebbe essere più scaramantico che giocarlo al presentarsi delle condizioni previste dalla smorfia… e vincere?

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *